Buon Natale!

Carissimi, a tutte le famiglie del nostro paese auguro Buon Natale e buon inizio d’anno. Chiedo al Signore che l’incontro con Lui in questo tempo di serenità e festa ci renda più attenti alle persone che ci circondano e ai problemi che affliggono l’umanità. Vi invito a lasciarvi provocare quest’anno da una poesia di Gianni Rodari, autore di poesie e racconti per bambini, ma che diventa occasione di riflessione per i grandi, a partire dalla costruzione del presepe. Da questa tradizione natalizia, dove si inserisce un personaggio non previsto né desiderato, si può scoprire quanto il messaggio del Natale sia penetrato davvero nel cuore:

pellerossaIL PELLEROSSA NEL PRESEPE

Il pellerossa con le piume in testa
e con l’ascia di guerra in pugno stretta, come è finito tra le statuine
del presepe, pastori e pecorine,
e l’asinello, e i magi sul cammello,
e le stelle ben disposte,
e la vecchina delle caldarroste? Non è il tuo posto, via, Toro seduto: torna presto di dove sei venuto.

Ma l’indiano non sente. O fa l’indiano. Ce lo lasciamo, dite, fa lo stesso?
O darà noia agli angeli di gesso? Forse è venuto fin qua,
ha fatto tanto viaggio,
perché ha sentito il messaggio: pace agli uomini di buona volontà.

Auguri da don Giacomo

 

Comments are closed.